L'Entusiasmo
di Giancarlo Baggio

Ogni tanto, durante il nostro cammino è necessario fermarci un momento per guardare la strada percorsa e fare il punto.
All'inizio del nostro sviluppo personale e soprattutto dopo la frequenza del Seminar AT1 abbiamo posto le basi per il miglioramento della vita e abbiamo sperimentato alcuni mezzi per aver un maggior successo, abbiamo orientato il nostro atteggiamento mentale verso la positività, abbiamo fissato una meta e dopo aver analizzato alcuni principi di base abbiamo stabilito un piano di lavoro. Ci siamo così assunti il compito di prendere la nostra vita in mano. Non abbiamo imparato quasi niente di nuovo perché l'importante non è solo sapere, ma agire.
Qui di seguito affronteremo un tema importante, non soltanto in riferimento ai corsi fatti, ma per la vita di tutti i giorni. Ci riferiamo proprio all'entusiasmo. Sappiamo che se siamo orientati verso la salute, la felicità, la positività, il successo, conosceremo la salute, la felicità, la positività, il successo. Sappiamo che dipende da noi e soltanto da noi il nostro destino. Sappiamo che, se non possiamo dominare gli avvenimenti, possiamo controllare le ripercussioni su di noi. Siamo consapevoli che non bisogna affidarsi al caso, né alle altre persone per assicurare la nostra evoluzione e per formare il nostro carattere. Siamo noi, e solo noi che costruiamo la nostra felicità o la nostra infelicità.
Siamo consapevoli che l'importante siamo noi stessi, che è la nostra persona che dobbiamo migliorare, molto prima di pensare alle cose esterne come il guardaroba, l'automobile, la casa.
Non è tutto aver deciso di metterci alla guida della nostra vita, ancora prima di innestare la marcia per avanzare ci vuole il carburante necessario per portare la nostra avventura a buon fine.
Tutti, proprio tutti noi abbiamo bisogno di un buon propellente per avere successo. Questa energia, questa essenza, questo slancio per andare avanti si chiama entusiasmo.
Ma cos'è dunque l'entusiasmo?
Il dizionario ci dice che vuol dire "trasporto divino", in effetti se ci pensiamo bene le nostre idee prendono vita proprio con l'entusiasmo.
Se siamo spinti, nelle nostre azioni, dall'entusiasmo arriveremo a capo di qualunque cosa: nessun ostacolo, nessuna difficoltà, nessun evento ci potrà arrestare.
Non basta solo l'istruzione né la fortuna per bruciare gli ostacoli che si pongono davanti, solo l'entusiasmo ci permette di creare, di realizzare ogni cosa.
Niente di grande è mai stato fatto senza entusiasmo. Tutto si può fare con esso.
E l'entusiasmo che ha permesso a tutti i grandi uomini di realizzare le loro opere.
L'entusiasmo è uno slancio di tutto il nostro essere verso lo scopo che ci siamo prefissi e, una volta fissata la meta, ci si getta con tutto il nostro essere verso l'azione per raggiungerla, e la si raggiunge.
Dobbiamo realizzare qualche cosa di grande nella nostra vita, è importante che ciascuno possa dire: "l'umanità sarà migliore proprio perché io ho vissuto". Dobbiamo infondere l'entusiasmo nell'animo dei nostri bambini perché realizzino qualcosa di grande per l'umanità.
Tutti i grandi uomini hanno lasciato il loro segno grazie ad una intelligenza stimolata dall'entusiasmo. Le loro idee hanno provocato una serie di azioni; ogni azione ha portato il successo, ogni successo ha provocato un aumento d'entusiasmo.
Essi, con il loro entusiasmo hanno dato tutto quello che avevano di migliore. E noi, quale impronta lasceremo?
L'entusiasmo non ha età, non ha sesso, non richiede requisiti particolari. Ma l'entusiasmo non è sovraeccitazione, esaltazione o infatuazione, tutto questo si svuota e si perde alla prima difficoltà; l'entusiasmo di fronte alle difficoltà si ravviva sempre di più.
Ricordiamoci di quanto ha detto l'immortale Emerson:

"Tutti i Grandi della storia sono diventati tali grazie al loro entusiasmo":
Pauchet ha scritto:
"Se i grandi uomini che conoscete sono arrivati ad una posizione è grazie alla loro intelligenza, ma soprattutto al loro entusiasmo";
E Cottingham ha ribadito:
"Il merito genera la fiducia, la fiducia genera l'entusiasmo e l'entusiasmo conquista il mondo".

La persona entusiasta esercita sempre una forza magnetica.
E noi, siamo entusiasti nella nostra vita?
L'entusiasmo è una necessità dell'essere umano. Senza entusiasmo si è vecchi a 20 anni.
Con l'entusiasmo l'età non conta e le difficoltà si appianano. L'entusiasmo è la fiducia nella vita, la fiducia nelle nostre capacità, la fiducia di incontrare sempre nuove ed affascinanti opportunità, la fiducia nell'uomo.
Ma per diventare entusiasti e soprattutto rimanervi, prima di tutto bisogna desiderarlo con tutto noi stessi. Dobbiamo impegnarci affinché la fiamma dell'entusiasmo non si spenga mai, e poi con questa forza realizzare i nostri sogni.
Esistono purtroppo tra di noi molti soggetti denominati S.I.N.A.P. (Soggetti Influenza Negativa Altre Persone) che agiscono come dei potenti "estintori" di entusiasmo. Noi dobbiamo combatterli e, dove necessario, evitarli.
Non è raro trovare qualcuno che, ben intenzionato, ma ignorante dica ad esempio: "resta come sei, così hai molti meno problemi".
Oppure: "ragazzo mio, smetti di fantasticare a questa o a quella tua grande meta, sarebbe certamente bello realizzare quel sogno, ma devi renderti conto che non è per te" (seguito da un lungo elenco di cose negative e spiegazioni varie per tarpare le ali al malcapitato).

Evitiamo dunque queste persone o quanto meno schermiamoci dalle loro malefiche influenze.
Uniamoci invece a persone entusiaste. Queste si riconoscono perché hanno un sorriso franco, un passo sicuro, sono assidui nel lavoro, hanno moltissima curiosità, sono molto socievoli, idealisti, tenaci, trasmettono la fiducia che hanno in loro stessi agli altri uomini attraverso le loro azioni positive. Non fanno parte del club dei timidi né di quello dei pessimisti.
Anche noi abbiamo la possibilità di far emergere questa forza e tirarci fuori dalla banalità e dalla mediocrità. Un esercizio molto utile è di iniziare la nostra giornata davanti allo specchio e ripetere ogni mattina queste parole:
"io decido di essere entusiasta e di agire per tutta la giornata con entusiasmo".
E quando ci sembra difficile possiamo impegnarci "solo per oggi" e dopo 21-30 giorni che ci impegnamo "solo per oggi" ci accorgeremo che quella frase diventa per noi come una seconda natura che ci porterà di successo in successo per tutta la nostra vita.
Mentre pronunciamo queste parole facciamo sì che la nostra voce, la nostra faccia, le nostre spalle, le nostre mani assumano l'atteggiamento di una persona entusiasta.
Vedrete che l'entusiasmo vi aiuterà a trasformare il mondo, prima il vostro mondo interiore, poi piano piano anche il mondo che vi circonda.
Ma perché essere entusiasti? La risposta è ovvia. Primo: per assolvere positivamente la nostra funzione nella società.
Secondo: perché una persona entusiasta ha ascendente, le persone fanno cerchio attorno alla persona entusiasta. Il nostro ascendente dipende molto dal nostro entusiasmo.

Credo che la peggior esperienza per un uomo sia l'isolamento, non la solitudine: sì l'isolamento! Sentirsi di troppo su questa terra, sentirsi inutili in una cerchia, in una famiglia, con noi stessi, credo proprio che sia la peggior esperienza che possa capitare a qualcuno.
L'uomo ha bisogno di lasciare dietro a sé un segno, un'impronta, un ricordo …La vera sfortuna è quando lasciamo marcire dentro di noi le nostre ricchezze, senza condividerle con qualcuno.
Ma ... attenzione; fintantoché una persona non trova in sé la grande forza dell'entusiasmo e la riporta in superficie è bene non si esponga troppo con le altre persone. Questo solo per non esporsi agli "estintori di entusiasmo" che ci circondano. Ma ora che sappiamo come usare la potenza dell'entusiasmo possiamo cominciare a diffondere la "buona novella"...
Diveniamo pertanto portatori di ottimismo e di felicità, dei seminatori di gioia, dove tutti intorno a noi possano nutrirsi. Non abbiamo il diritto di tenere per noi le ricchezze che possediamo.
Anche voi dovete gridarle ai quattro venti, altrimenti se non lo trasmettete, il vostro fuoco finirà per spegnersi.
Ora con il vostro entusiasmo potete fare in modo che anche altri desiderino scoprire il segreto di questo fuoco. Con la vostra forza di convinzione (vincere con loro) potete indurli a far cerchio attorno a voi. Con la vostra semplicità potete far loro scoprire la felicità che voi stessi cominciate a scoprire. Con la vostra capacità di esprimervi potete far loro comprendere quello che voi stessi avete meglio compreso. Con la vostra socievolezza potete indurli a seguirvi per il sentiero dello sviluppo personale che voi percorrete e che sapete essere giusto.
Sapete, le persone che vi circondano non sono diverse da voi, solo che probabilmente non sono abituate a vedere entusiasmi, poiché l'entusiasmo ai giorni nostri è qualcosa di raro. Facilmente saranno sorprese di vedere una persona entusiasta, allora voi svelerete il segreto della vostra gioia. Se non capiscono, o non vogliono capire, non insistete.
Guardatevi intorno e scoprirete che ci sono tantissime altre persone attorno a voi che vi saranno eternamente riconoscenti per aver fatto loro conoscere un modo per essere vive. Potete essere la causa di una maggiore felicità intorno a voi.
E ricordate che l'entusiasmo è una necessità dell'uomo, non ha età, né sesso, si può sviluppare come si sviluppa la forza fisica, con esso non si conosceranno noia, solitudine o isolamento. Usandolo, si trasforma la potenza interiore in successi entusiasmanti e duraturi.

Giancarlo Baggio
Docente-istruttore di
motivazione, vendita assertiva
e arte di parlare in pubblico